L’illustratore di corvi e gatti

My mission in life is to make everybody as uneasy as possible. I think we should all be as uneasy as possible, because that’s what the world is like

Edward Gorey

Edward Gorey (22 febbraio 1925/15 aprile 2000),  morto all’età 75 per un attacco di cuore, era noto per disegni macabri e foto-storie, grazie ai quali ha guadagnato un seguito di estimatori e imitatori in tutto il mondo.

Nelle sue storie noir  predilige bambini, animali (gatti, corvi, ippopotami …)  o altre sventurate vittime. “Non vedo nessuna disparità tra i miei libri e la vita quotidiana… Scrivere sulla vita quotidiana.”  La vita quotidiana dell’arte di Gorey tende ad accadere in una Inghilterra tardo-vittoriana, dove si sente l’influenza delle letture di Ronald Firbank, Evelyn Waugh e Ivy Compton-Burnett, nonchè una grande passione per la regina del giallo, Agatha Christie.

Google il 22 febbraio ha dedicato a Gorey un “doodle”.