Evoluzione di un logo

Lo scorso anno lo staff di “Ora Legale” ha attivato un con-corso di giornalismo rivolto agli studenti delle scuole superiori. L’idea è stata quella di proporre un “giornalismo gentile”, che mettesse in prima linea non bollettini di guerra e immagini di violenza (a cui purtroppo ci hanno abituato i mass-media), bensì gli esempi positivi di cittadinanza attiva, che provengono dalla società civile, dalle associazioni di volontariato, dal mondo degli scrittori e dei giornalisti.

Il logo – creato dal grafico e fotografo Nicola Fracchiolla – che meglio poteva rappresentare questo nostro impegno è stato il passerotto con il cuore pulsante che porta un ramoscello di ulivo sul becco a forma di pennino. Abbiamo voluto rappresentare simbolicamente le lotte che l’assessore Katia Zattoni ha compiuto nel percorso della sua esistenza, battendosi per i diritti civili, la pace e la giustizia in generale.

Il work shop che proponiamo quest’anno si pone, anche attraverso il nuovo logo, in continuità con il precedente percorso. Una serie di lezioni-laboratorio con l’inviato di guerra Barbara Schiavulli (31 marzo) e i fumettisti Paolo Castaldi (9 aprile, corso Diaz, 111) e Alberto Corradi (13 aprile, sala S. Caterina, via Romanello, 4). Giornalisti, fumettisti e illustratori che trattano tematiche a sfondo sociale, impegnandosi anche a denunciare situazioni di violenza, terrorismo e emarginazione.

Ecco i due loghi a confronto