Workshop di giornalismo al via per “Nero su bianco”

L’idea di NERO SU BIANCO #workshopdigiornalismo#percorsodiaz è nata in settembre, ben prima dei fatti di Parigi e si pone in continuità con il Con-corso di giornalismo “Katia Zattoni” dello scorso anno.

L’espressione “nero su bianco” indica un preciso impegno, un’assunzione di responsabilità personale nei confronti delle azioni che si compiono quotidianamente, ma anche un modo personale di leggere la realtà attraverso la pratica della scrittura, del segno grafico e della fotografia.

Quanti scrittori, giornalisti, grafici, fotografi, vignettisti hanno lasciato il segno attraverso il loro lavoro creativo? Sempre più spesso la denuncia sociale passa attraverso l’immagine, attraverso una fotografia, una vignetta, un fumetto. E questi linguaggi sono molto vicini al mondo dei ragazzi. Certamente, tutto questo assume maggiore spessore all’indomani dell’atto terroristico del 7 gennaio scorso alla sede del giornale “Charlie Hebdo” di Parigi, che ha unito la Francia nella solidarietà alle vittime e ai famigliari, accomunata dal messaggio #Je suis Charlie.

Ecco il programma dei workshop: 

31 MARZO 2015 ore 16,00/18,30 – sala Donati, corso Diaz

L’inviato di guerra Barbara Schiavulli parlerà agli studenti e alla cittadinanza in un incontro-dibattito intitolato “A viva voce: da Radio Aut a Radio Bullets”.

Temi: il lavoro di un inviato di guerra; radio-giornalismo; da Radio Aut di Peppino Impastato a Radio Bullets con notizie dalle zone calde del mondo. Gli studenti dell’Istituto “Ruffilli” partecipano con un loro personale “radio notiziario” in diretta.

09 APRILE 2015 ore 9,00/12,30 – sala Donati, corso Diaz, 111

I Workshop per gli studenti (a numero chiuso) con il fumettista Paolo Castaldi.

Fumettista e illustratore italiano, nel 2004 inizia il sodalizio con lo sceneggiatore Adriano Barone con il quale debutta nel 2005 sulla rivista Strike! (Star Comics) con le storie brevi I will never be clean again e The Anomaly.

Nel 2007 le prime storie brevi da autore completo Io e te viene scelta come “Esordio del mese” e Non troppo lontano.

La sua prima graphic novel è Nuvole Rapide (Edizioni Voilier), pubblicata in due volumi tra il 2009 ed il 2010.

Nel 2011 esce Etenesh, l’odissea di una migrante (BeccoGiallo) con la prefazione di Moni Ovadia e tradotto in inglese dalla rivista americana Words Without Borders .

Scrive e disegna San Vittore per E, il mensile di Emergency e Sui Generis per la rivista d’arte InPensiero. Realizza anche illustrazioni per cd musicali e manifesti ed inizia ad esibirsi in live painting come allo Sherwood Festival di Padova al fianco di Caparezza davanti a seimila persone e su Radio Rai2 ospite della trasmissione RaiTunes di Alessio Bertallot.

Nel 2012 pubblica la sua seconda graphic novel, Diego Armando Maradona, oggetto di una mostra al Comicon di Napoli 2013 e si è posizionata nella cinquina dei finalisti al Premio Micheluzzi nella categoria “miglior fumetto”.

Nel 2013 esce EP // Volume 01, primo caso di “vinile a fumetti”, un’autoproduzione indipendente in edizione limitata.

Nel 2014 pubblica altri due progetti, Chilometri Zero. Viaggio nell’Italia dell’economia solidale e Gian Maria Volonté, una graphic novel che ripercorre la traiettoria artistica del grande attore italiano.

Paolo Castaldi vanta all’attivo quattro esposizioni personali e varie mostre collettive. Collabora attivamente con vari studi creativi come autore, storyboarder ed illustratore.

 13 APRILE 2015 ore 9,00/12,30 – sala S. Caterina, via Romanello, 4(data da definire)

II Workshop per gli studenti (a numero chiuso) con il fumettista  Alberto Corradi.

Autore di fumetti, illustratore, visual artist e curatore, le sue storie e immagini dal 1993 a oggi sono apparse in Italia e all’estero a cavallo tra graphic novel, riviste, antologie, mostre, graphic design e progetti collettivi.

Per il magazine La Repubblica XL ha creato nel 2006 i temibili personaggi di Mostro & Morto, mentre per la storica testata del settore Linus dal 2010 al 2013 ha realizzato la serie Conte Vlad.

Dal 2011 è una stabile presenza sulle pagine dell’agenda Smemoranda. Ha realizzato il romanzo (autobio)grafico Smilodonte e l’antologia senza parole Regno di Silenzio. Attualmente è al lavoro su un graphic novel ambientato nel Seicento giapponese e sulla serie a fumetti per bambini Il mostro nella tazzina per il GBaby, mensile prescolare delle Edizioni San Paolo ogni mese in edicola.

Dal 2011 è il direttore artistico delle mostre internazionali del TCBF Treviso Comic Book Festival (Svezia -2011, Nuova Zelanda -2012, Danimarca -2013, Portogallo -2014). Vive e lavora tra Verona e il mondo.

 

 L’evento clou del nostro progetto, come da vari anni a questa parte, si terrà il prossimo 16 aprile (che aprirà ufficialmente il maggio della legalità), il giorno in cui il senatore Roberto Ruffilli fu freddato dalle Brigate Rosse al civico 116 di corso Diaz.

Ore 10,00 studenti dell’Istituto “Ruffilli” e rappresentanti di associazioni locali “presidiano” un pezzo di corso Diaz, proponendo  azioni significative, esposizioni, musica, performances di teatro urbano, street art e giochi “legali”

Ore 11,30 flash-mob degli studenti dell’Istituto “Ruffilli” contro la violenza, l’intolleranza e il terrorismo.

 

Sono in corso d’opera le richieste di collaborazione e patrocinio con: Comune di Forlì, Ufficio Scolastico Regionale, Fondazione “Ruffilli”, Soroptimit e altre realtà associative locali.